lunedì 5 gennaio 2015

Punto di svolta

Che poi tutto è partito da uno sguizzo, un'idea che mi ha attraversato la testa in una mattina di lavoro tranquillo e mi ci sono buttata. A capofitto.


Come se avessi visto un mare luccicante e, nonostante non fosse stagione, la voglia di un tuffo, di quelli dall'alto con qualche metro di vuoto tra terra e acqua (che tra l'altro non faccio più da anni, sigh!) è stata irresistibile. E mi sono buttata, senza pensarci troppo: ho scritto dal  17 novembre al 23 di dicembre 2014 un post (quasi) al giorno sul mio lavoro. 
Li ho pubblicato sui miei profili di Facebook e Google+ accompagnati da foto scattate "sul campo": alla fine sono nate 18 pillole che parlano di educazione e piccole riflessioni pedagogiche.

Il risconto è stato positivo: molti mi piace ad ogni post, alcuni accompagnati da commenti ed interazioni decisamente stimolanti. 

Mi sono presa questi giorni di vacanza per mettere a posto le idee, per fare il punto della situazione e per partire con il piede giusto: un piccolo esperimento di piano editoriale.

Metterò a posto questo blog, lo curerò nei contenuti e cercherò di mantenere il piano delle interazioni sui Social Network interessanti per voi. 

Volete un'anteprima?
Scriverò di progettazione dei servizi educativi, di lavoro con i ragazzi, di sviluppo di gruppi genitoriali e del volontariato. 
Vi sembra interessante?